• Twitter
  • Facebook
  • Youtube

02/12/2019 - Flashmob della Camera Penale di Prato contro la riforma della prescrizione

Prato, 02/12/2019


Questa mattina alcuni penalisti pratesi si sono riuniti in un flashmob davanti al Palazzo di Giustizia per manifestare contro la riforma della prescrizione che dovrebbe entrare in vigore dall'inizio del nuovo anno.


L'attore Tommaso Storai ha recitato il seguente sonetto, scritto nel 1835 dal Poeta romano Giuseppe Gioacchino Belli:


ER TRIBBUNALE DER GOVERNO

Eccoli cqua sti ggiudisci da jjanna Che pporteno la spada e la pianeta.

Sò cquattr’anni e ’r proscesso nun ze manna

E la popolazzione ha da stà cquieta.

Pe cquer Cristo è una gran lègge tiranna!

Tené er distin d’un omo tra le deta,

E nun volé spidijje la condanna Prima de fallo infrascicà in zegreta!

Doppo annata la causa a l’infinito Caso c’un poveretto esschi innoscente

Chi jj’arifà cquell’anni c’ha ppatito?

E ss’è ppoi sentenziato dilinquente,

Quanno va ssu le forche è ccompatito,

Perché er dilitto nun ze tiè ppiú a mmente.


Roma, 23 aprile 1835

 

Tali versi, purtroppo, tornano oggi come attuali, a quasi duecento anni di distanza, a fronte di una riforma che renderà imputati, persone offese e parti civili ancorati a vita ad un processo penale che sarà sempre e irrimediabilmente più lontano dal rispetto dei più basilari diritti dei cittadini e dalla ragionevole durata che dovrebbe caratterizzarlo, secondo la nostra Carta Costituzionale.


La Camera Penale di Prato ribadisce il suo deciso NO a questa riforma.